Anfibolite ad epidoto

Le anfiboliti sono rocce metamorfiche gneissiche o granofelsiche formate da anfibolo verde o bruno e plagioclasio (inclusa albite) come costituenti principali, che nel complesso costituiscono ≥75% della roccia; l’anfibolo costituisce ≥50% delle fasi femiche ed è presente in una percentuale >30%; altri minerali comuni sono clinopirosseno, quarzo, granato, epidoto, biotite, titanite e scapolite (SCMR: Subcommission on the Systematics of Metamorphic Rocks.)

Il termine "anfibolite" è utilizzato nella letteratura geologica da circa 200 anni e venne usato per la prima volta da Brongniart nel 1813 per descrivere rocce metamorfiche composte da anfibolo e plagioclasio.
oggi giorno il significato del termine "anfibolite", dopo numerose discussioni e considerazioni da parte della (SCMR: Subcommission on the Systematics of Metamorphic Rocks) ha subito delle modificazioni.

Sono stati redatti diversi punti chiave per cercare di definire in maniera corretta il termine "Anfibolite":

1) La composizione modale delle anfiboliti è data da più del 50% da anfibolo, pur essendo abbastanza comuni rocce con quantitativi intorno a 30%. Il contenuto di plagioclasio e anfibolo costituisce circa il 90% della roccia, questo valore può arrivare anche al 75% che è preso come valore inferiore di Pl+Anf.
2) Il colore delle anfiboliti è verde, marrone o nero nei campioni macroscopici e verde o verde bruno in sezione sottile. Le varietà di anfibolo presenti sono tschermakite, magnesio- e ferro-orneblenda. Altri tipi di anfibolo, anche se meno comuni, possono essere cummingdonite e/o antofillite.
3 ) Il plagioclasio è il minerale sialico prevalente, quarzo, epidoto e/o scapolite sono presenti in % minori del plagioclasio.
4 ) Il clinopirosseno, se presente, deve essere meno abbondante dell’anfibolo. Se si ha una % di clinopirosseno maggiore dell’anfibolo, la roccia prende il nome di "roccia ad orneblenda e pirosseno".
5) La presenza di altri minerali presenti in percentuali >5% è espressa dal corrispondente prefisso come ad esempio "quarzo-anfibolite", "granato-anfibolite" etc.
6) Le anfiboliti sono caratterizzate dalla presenza di minerali idrati (anfiboli e biotite) che prevalgono su minerali anidri (pirosseni). Il limite tra le anfiboliti e le granuliti (alto grado metamorfico) è dato dalla comparsa dell’ortopirosseno.

siimsepp(11).jpg

Anfibolite proveniente dalla svizzera. Bianco (plagioclasio), nero (anfibolo). Immagine tratta da Siim Sepp (www.sandatlas.org).




siimsepp(17).jpg

Anfibolite proveniente dalla svizzera. Bianco (plagioclasio), nero (anfibolo), rosso (granato). Immagine tratta da Siim Sepp (www.sandatlas.org).


garnetampibolite.jpg

Anfibolite a Granato, British Columbia, Canada. Tratta da Department of Earth Sciences (Oxford).




Bibliografia



Le informazioni contenute in questa pagina sono tratte da:
• D’Amico C., Innocenti F. & Sassi F.P. (1987): Magmatismo e metamorfismo. UTET.
• Anthony R. Phillpotts & Jay J. Ague: Principles of igneous and metamorphic petrology. Cambridge editore.
SCMR


Foto
anfibolite2015(1).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(2).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(3).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(4).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(5).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(6).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(7).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(8).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(9).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(10).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite2015(11).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(12).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(13).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(14).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(15).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(16).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(17).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde), plagioclasio (incolore) ed epidoto (beige e con alto rilievo) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a N//, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite2015(18).jpg

Cristastalli di Orneblenda, plagioclasio ed epidoto (alti colori di interferenza) in una anfibolite. Zona di Lanzada-scermendone (valmalenco). Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
anfibolite(epidoto)2015(2).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde) e cristalli di epidoto (beige) in una anfibolite. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite(epidoto)2015(3).jpg

Cristastalli di Orneblenda e cristalli di epidoto in una anfibolite. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite(epidoto)2015(4).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde) e cristalli di epidoto (beige) in una anfibolite. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite(epidoto)2015(5).jpg

Cristastalli di Orneblenda e cristalli di epidoto in una anfibolite. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite(epidoto)2015(6).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde) e cristalli di epidoto (beige) in una anfibolite. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
anfibolite(epidoto)2015(8).jpg

Cristastalli di Orneblenda (verde) e cristalli di epidoto (beige) in una anfibolite. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)