Talco - Mg3Si4O10(OH)2

Presumibilmente il nome venne coniato da Agricola nel 1546 dalla parola araba "talq" (Puro), forse in allusione al colore bianco brillante della sua polvere. Il talco è un fillosilicato, con formula chimica Mg3Si4O10(OH)2; tra tutti i minerali è quello con la più bassa durezza (1 nella scala di Mohs). Il talco è un minerale metamorfico che si forma per alterazione di minerali magnesiaci quali pirosseni, olivine, anfiboli, serpentini ecc. in presenza di acqua e anidride carbonica.

Il talco si può formare in differenti ambienti geologici e secondo vari processi ma i due principali meccanismi di formazione sono:

Alterazione di rocce sedimentarie ricche in Mg

La formazione di talco è legata all’alterazione, al alta temperatura e pressione, di rocce sedimentarie ricche in Mg (dolomiti, rocce carbonatiche a magnesite). Tale processo è molto comune in prossimità di intrusioni ignee; i fluidi caldi (ricchi in Si) rilasciati dall’intrusione interagendo con le rocce incassanti favoriscono la formazione di talco:

dolomite + silice + H2O = talco + calcite + CO2

3 CaMg(CO3)2 + 4 SiO2 + H2O = Mg3Si4O10(OH)2 + 3 CaCO3 + 3 CO2

Tale processo forma depositi massivi costituiti da rocce carbonatiche contenenti talco. La composizione mineralogica di queste rocce è data, generalmente da: 30-100% Talco, 0-70% Carbonati/clorite e 0.1-0.5% di quarzo.

talco222.jpg

Formazione di depositi di talco in rocce dolomitiche.



Alterazione di rocce ultramafiche

Un secondo meccanismo per la formazione del talco è l’alterazione di rocce ultramafiche; in questo processo l’alterazione avviene in due fasi. In una prima fase si ha l’alterazione, ad opera di fluidi acquosi, dei minerali ignei e formazione di serpentino. Nella seconda fase si ha la reazione del serpentino con CO2 e formazione di talco:

serpentino + CO2 = talco + magnesite + H2O

2 Mg3Si2O5(OH)4 + 3 CO2 = Mg3Si4O10(OH)2 + 3 MgCO3 + 3 H2O

Il Talco può formarsi anche in contesti di alta pressione (facies degli scisti blu ed eclogitica) in rocce allumino-silicatiche (peliti); in questo caso il talco è stabile fino ad una temperatura di circa 700°C ed è associato a fengite, Mg-granato, Mg-cloritoide e cianite:

clorite + quarzo = Cianite + talco + acqua

Tali rocce sono note come scisti bianchi (whiteschist)

Caratteristiche ottiche:
Abito: Comunemente fibroso, con fibre da casuali a orientate parallelamente fino ad aggregati raggiati.
Clivaggio: Perfetto su (001).
Colore: Incolore.
Colori di Interferenza: III ordine, simili a quelli della muscovite.

Bibliografia



Le informazioni contenute in questa pagina sono tratte da:
• W. A. Deer, R. A. Howie, J. Zussman (1994): Introduzione ai Minerali che costituiscono le rocce. Zanichelli editore.
• B. W D. Yardley, W S. Mackenzie, C. Guilford: Atlante delle rocce metamorfiche e delle loro microstrutture. Zanichelli editore



Foto
talco2014(9).jpg

Vene di talco (incolore) in una serpentinite. Livorno. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(10).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(11).jpg

Vene di talco (incolore) in una serpentinite. Livorno. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(12).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(13).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(14).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(3).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) e serpentino in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(4).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) e serpentino in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(5).jpg

Vene di talco (alti colori di interferenza) e serpentino in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(21).jpg

Vena di talco (incolore) in una serpentinite. Livorno. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(1).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(22).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(2).jpg

Vena di talco (incolore) in una serpentinite. Livorno. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(16).jpg

Talco (alti colori di interferenza) e carbonati (in una cavità) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(17).jpg

Talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(19).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(20).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talco2014(23).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(24).jpg

Vena di serpentino con talco al bordo (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
talco2014(25).jpg

Talco (alti colori di interferenza) all'interno di una vena di serpentino in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talco2014(26).jpg

Vena di talco (alti colori di interferenza) in una serpentinite. Livorno. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(6).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(7).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(8).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(9).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(10).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
pseudomorfosiolivina0943(11).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(4).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(5).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(6).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(7).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivin. Immagine a N//, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(8).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(9).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(10).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(14).jpg

Pseudomorfosi di talco su olivina. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
talcopseudomorfosuolivina(12).jpg

Olivine pseudomorphosed by talc. XPL image, 10x (Field of view = 2mm)