Troctolite

Le troctoliti, il cui nome deriva dal termine greco “troctos” (a macchie), sono rocce ignee appartenenti alla famiglia dei gabbri. Sono costituite da plagioclasio e olivina (da cui l’aspetto a macchie scure). Le troctoliti hanno una composizione che non è paragonabile a nessun liquido derivante dalla fusione parziale di rocce mantelliche. Si originano per fenomeni di cumulo all’interno di camere magmatiche gabbriche. Spesso i cristalli di olivina si alterano in serpentino, aumentando il loro volume, e causando la formazione di fratture radiali nei cristalli circostanti.

troctolite2017.jpg

Diagrammo classificativo delle rocce gabbroidi. In giallo il campo delle troctoliti.



troctolite2017(1).jpg

Cristalli alterati di olivina in una troctolite, Lofoten, Norvegia. Foto tratta da (Sandatlas). Lødingen, Hinnøya, Norvegia.



troctolite2017(2).jpg

Cristalli alterati di olivina in una troctolite, Lofoten, Norvegia. Foto tratta da (Sandatlas). Lødingen, Hinnøya, Norvegia.







Bibliografia



Le informazioni contenute in questa pagina sono tratte da:
• Vernon, R. H. (2004). A practical guide to rock microstructure. Cambridge university press.
• Middlemost, E. A. (1985). Magmas and magmatic rocks: an introduction to igneous petrology (pp. 1-266). London: Longman.

Foto
troctolite1484(2).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(3).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(4).jpg

Fenocristalli di olivina parzialmente alterati. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(5).jpg

Fenocristalli di olivina parzialmente alterati. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(6).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(7).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(8).jpg

Fenocristalli di olivina parzialmente alterati. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(9).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite1484(17).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali(che si propagano nei cristalli di plagioclasio) dovute all'aumento di volume causato dall'alterazione in serpentino. Immagine a N//, 10x (lato lungo = 2mm)
trooctoolite(5).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(6).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(2).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(7).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(9).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(3).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(4).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
trooctoolite(8).jpg

Fenocristallo di olivina parzialmente alterato. Notare le fratture radiali dovute ad espansione che si propagano nei cristalli di plagioclasio. Immagine a N//, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite(10).jpg

Fenocristalli di olivina e plagioclasio in una Troctolite. Immagine a NX
troctolite(22).jpg

Fenocristalli di olivina e plagioclasio in una Troctolite. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)
troctolite(23).jpg

Fenocristalli di olivina e plagioclasio in una Troctolite. Immagine a NX, 10x (lato lungo = 2mm)
troctolite(11).jpg

Fenocristalli di olivina e plagioclasio in una Troctolite. Immagine a NX, 2x (lato lungo = 7mm)